ENS Firenze
Home
L'Ens
Forma giuridica (s.c.)
Informazioni Generali (S.C.)
Scopi
Attività
Struttura
Presidente
Consiglieri
Segretario
Centro Anziani
Il Consiglio
Cenni Storici
Centro Culturale Ricreativo
Comitato Giovani
Corsi LIS
Rappresentanza Valdelsa
Unione Sportiva
News
Newsletter
Archivio Documenti
Servizi
Trasporti
Ospedale e sanità
Biblioteca
Telegiornali
Agevolazioni
Corsi
Galleria Fotografica
Dove Siamo
Moduli
Links
Contatti
 
 

CENNI STORICI

Il 16 marzo 1919 un gruppo di sordomuti italiani (Del Sere Salvatore, Delfi Gugliemo, Magrini Giuseppe ed altri) dall'Istituto Nazionale Sordomuti di Firenze si riunirono per fondare una Associazione con lo scopo di promuovere l'attività mutualistica, sociale ed assistenziale e soprattutto contro l'isolamento dei sordi.

La prima sede ebbe presso l'Istituto di Via Principe Eugenio, ora Via Gramsci.

I sordomuti fiorentini scelsero come presidente Del Sere Salvatore, considerato "fondatore", Vice Presidente fu Egisto Balli, Consiglieri Ottavio Pacini e Tullio Salucci.

Solo pochissimi ricordano Del Sere Salvatore, Delfi Gugliemo e Balli Egisto (suo figlio Piero vive in America).

L' 8 dicembre 1919 i dirigenti della costituenda Associazione consegnarono al nuovo direttore dell'Istituto Nazionale Sordomuti Prof. Giovanni Fossi il denaro della sottoscrizione dei sordi da rimanere a disposizione in un conto bancario, dopo l'approvazione del nuovo Statuto associativo (vedasi la riproduzione dell'originale documento conservato presso il Centro Anziani ENS di Firenze).

Nel 1920 venne approvato il nuovo Statuto con la denominazione "Associazione Francesco Mangioni di mutuo soccorso fra i sordomuti", in onore del direttore dell'Istituto medesimo, con sede in Piazza Santo Spirito n. 13.

L'Associazione Mangioni fu una fautrice della costituenda Federazione Italiana delle Associazioni fra i sordomuti di Giuseppe Enrico Prestini, Genova, 1920, poi Ente Nazionale Sordomuti realizzatosi dal raduno denominato "Patto di Padova" (1932) per opera di Antonio Magarotto.

Nel 1922 l'Associazione partecip?al 2?Convegno federale di Prestini a Roma richiamando i partecipanti a "che non deve essere semplicemente una ... bella Festa coi soliti discorsi, i soliti banchetti ed i soliti brindisi, ma deve rappresentare il massimo sforzo dei sordomuti italiani per giungere al conseguimento dei loro sacrosanti diritti". Col grido ... "A Roma, a Roma!!!".

Questo avvenimento fu molto importante per il futuro dei sordi con la conquista della scuola, il collocamento al lavoro e le provvidenze economiche (pensioni, indennit? ecc..).

Nel 1925 il sig. Giovanni Tofi, bis-nonno della socia ENS Manuela Matteucci, assunse la presidenza ponendo una serie di iniziative di cultura (biblioteca sociale, rivista "Difesa del Sordomuto"). La sede fu trasferita in Via delle Terme, n. 17.

Nel 1929 il sig. Gottardo Lastrucci entr?nella presidenza tenendola per ben 27 anni trasformando completamente la vita associativa dei sordi di Firenze nella loro elevazione culturale, sociale, sportiva e di partecipazione alla Societ? La sede fu in Via del Proncosolo n. 10 e dopo due anni in Via dell'Anguillaria (1931).

L'Associazioni Mangioni ricevette pi?volte la visita di Prestini e Ieralla, massimi dirigenti dell'allora Federazione. I fiorentini discussero con i loro problemi dei sordi, soprattutto contro lo stato di inabilitazione che il nuovo codice civile abol?nel 1938.

Durante la presidenza di Lastrucci molti sordi provenienti dall'Istituto Gualandi non ebbero un buon rapporto con i dirigenti e i suoi seguaci appartenenti all'Istituto Nazionale.

Le conseguenze derivanti dalla scissione portò alle seguenti misure:

  • Abolizione della denominazione "Mangioni" (votata dalla maggioranza dei soci);

  • Istituzione del "Dopolavoro" sotto il regime fascista successivamente chiamatosi "Associazione" in un'altra sede (dove c'è tuttora);

  • Fondazione dell'Istituto Previdenza Assistenza dei Sordomuti - IPAS - (da ex soci e dirigenti della Mangioni) con sede in Via Santi Apostoli nel 1939.

Il sig. Salvatore Del Sere riassunse la presidenza (IPAS) fino al 1948, poi il Prof. Marcello Boccacci e dopo due anni il sig. Ulisse Gori e ancora Vasco Lunari. Quest'ultimo tenne per 10 anni la presidenza.

Intanto la Sede Centrale dell'ENS mobilitò le sedi periferiche della sua organizzazione che con la sua attività molto progressista e con il finanziamento dello Stato come Ente pubblico cercò sempre il dialogo per il suo unico obiettivo: "unità e compatezza".

Per questo l'ENS di Firenze aprì nel 1950 la sede in Via Guelfa n. 30 presso l'abitazione di Pietro Cammelli (fu primo segretario e presidente della Sezione ENS fiorentina).

Assunto il potere della Sezione nella persona del sig. Gastone Parrini con l'ausilio del sig. Edgardo Carli il lavoro della Sezione ENS di Firenze già molto difficile cercò l'unificazione delle due associazioni sotto l'egida dell'ENS negli anni cinquanta.

Infatti si decise di costituire la "Cassa Mutua ENS" con sede in Via delle Belle Donne nel 1960 (primo Presidente sig. Gastone Parrini, poi il sig. Dante di Nardo) per spezzare le incompresioni tra i sordi delle due associazioni antagoniste (IPAS e ASF).

Successivamente la Sede dell'ENS fu trasferita in Via dei Servi, n. 51 (1962), trovò un dialogo positivo con l'IPAS sotto la Presidenza di Lunardi, ospitandolo presso la sopradetta Sede sezionale.

A questo punto nel 1965 l'IPAS accettò l'unificazione con la Cassa Mutua ENS. Il sig. Beniamino Covino fu il primo presidente dei due sodalizi uniti Cassa Mutua ENS-IPAS, mente l'altra associazione si faceva la propria strada.

La Cassa Mutua ENS-IPAS funzionò progressivamente con le tangibili iniziative mutualistiche (sussidio di malattia, premio di natalità, sposalizio, ecc..).

Susseguirono alla Presidenza i sigg. Dante di Nardo, ancora Gastone Parrini, poi Domenico Camuso, infine Franco Zatini, torn?Domenico Camuso.

Questi personaggi curarono con dedizione e passione la vita socio-mutualistica, con sede in Via Manzoni, 13 dal 1967.

Con l'evoluzione del sistema sanitario del nostro paese, la cassa mutua fu soppressa nel 1991 trasformandosi con la nuova denominazione "Centro Anziani ENS".

Rimane sostanzialmente l'antica tradizione della associazione fondata nel 1919 con la sua ricchezza sociale, piena di avvenimenti storici, nel bene e nel male, nel lunghissimo cammino associativo dei sordomuti fiorentini.

Grazie all'attuale consiglio sotto la presidenza del sig. Ores Oberto, si è arrivati alla realizzazione della storica cerimonia, memore dei sacrifici e delle opere di una volta, per una migliore vita dei sordi di oggi.

Questa splendente cerimonia dell'80 anniversario fa grande onore all'Ente Nazionale Sordomuti.

Viva il Centro Anziani ENS!

Viva l'Ente Nazionale Sordomuti!

 
News & Novità
Newsletter / Iscriviti

Focus

ENS Firenze organizza il corso L.I.S. Lingua dei Segni Italiana

ENS Ente Nazionale per la protezione e l'assisntenza dei Sordi - ONLUS

Sito Ufficiale del Comitato Giovani Sordi Italiani

Le ultime notizie "flash" del Tg3 in L.I.S.

Servizio ponte telefonico per sordi

Link comune di firenze – Tramvia





Powered By
Web Design &Graphic Design by
Sito internet realizzato da Wolfdesign di Francesco Rondoni


and:
Fotografo Firenze
24/09/2012
URP Parterre


 

Avviso

riapre lo sportello Urp

con un nuovo indirizzo

 


U.R.P. Parterre piazza della Libertà, 12

Tel. 055 2625028 - 2625027

Fax 055/2625034

SMS al n° cellulare 334 6988066

Contatti: serviziononudenti@comune.fi.it      

Dal lunedì al sabato: 9.00 – 13.00

Il giovedì anche 14.30 – 17.30.